Progetti‎ > ‎NET Radiation Monitor‎ > ‎

Hardware

Visto che qui parliamo di Arduino questo è la parte hardware principale del progetto per la parte di rilevamento. Come hardware aggiuntivo abbiamo già accento alla kit Radiation Board già pronto. Stiamo lavorando su altro tipo di hardware per questo scopo.  Tecnicamente un rilevatore si compone di due parti:
  1. una che si occupa dell'alta tensione (HV) per alimentare la sonda (tubo). In base al tipo di sonda questa deve avere un alimentazione che può patire dai 250V fino ad oltre 1000V. Una sonda è come un interruttore normalmente aperto  racchiuso all'interno di un gas sensibile alla raggi X, Alfa, beta e gamma. Quando uno di queste sorgenti radiative entrano in contato con il gas, questo provoca un "corto circuito" chiudendo il il fantomatico interruttore. Più forte è l'intensità radiativa più frequenti sono le scariche. Contando queste chiusure/aperture in un determinato tempo otteniamo la misura di quanto forte sia questa intensità Di questo se ne occupa la parte del contatore.  
  2. Il rilevamento si compone di una scheda Arduino che tramite il firmware e dei elettronica discreta rileva quante volte il nostro interruttore sonda si chiude e apre al secondo. In rete trovate diversi schemi semplici di questa parte che si occupano di questa parte da interfacciale poi con un microcontrollore come la nostra scheda Arduino. Alcuni risorse interessanti  vi segnalo Universal Geiger Platform; Costruiamo un contatore Geiger; 

Tra gli allegati trovare una raggruppamento di tra i vari modelli di sonde con caratteristiche simili.

Pagine secondarie (1): Modifiche hardware
ą
Massimiliano D'Ambrosio,
19 set 2011, 01:47
Comments